Stephan Fischer | 13.09.2017

Camminare rilassati in montagna

Camminare in montagna è uno degli hobby preferiti della popolazione svizzera. Circa l’80% di essa utilizza la rete di sentieri lunga 65000 chilometri più o meno regolarmente. Circa 50000 cartelli segnalano i sentieri escursionistici (63%, segnati in giallo), quelli di montagna (36%, segnati in bianco-rosso-bianco) e i sentieri alpini (1%, segnati in bianco-blu-bianco).

Assicurare i sentieri

Per fare in modo che i molti escursionisti appassionati raggiungano velocemente la loro meta, i Comuni, le società e i volontari investono annualmente circa 50 milioni di franchi per la manutenzione dei sentieri, dei ponti e della segnaletica. Un’infrastruttura intatta da sola chiaramente non basta a rendere l’escursionismo un passatempo sicuro. I consigli e i promemoria seguenti dovrebbero aiutare a rendere la prossima escursione un’esperienza indimenticabile.

Consigli per un’escursione in sicurezza

  • Pianificate! Quanto impegnativa la gita, tanto dettagliata dovrà essere la pianificazione. Pianificate l’ora in cui volete arrivare alla meta e calcolate il tempo necessario per il ritorno. Fate un controllo online su http://www.escursionismo-sicuro.ch/.
  • Ci sono bambini? Regola base: calcolate il tempo necessario con i bambini, moltiplicando per 1,5 il tempo indicato.
  • Cartine invece che smartphone: portate sempre con voi cartine attuali. Gli smartphone e le applicazioni sono sì pratiche, ma non servono a molto se manca la connessione o se le batterie sono scariche.
  • Fate delle pause: pianificate come riserva un terzo del tempo dell’escursione per le pause e gli imprevisti.
  • Mangiare e bere: si consiglia di bere ogni ora da 0,5 a 0,8 litri di liquidi. Di più se la temperatura è alta.
  • Alternative: Studiate sempre delle vie alternative, anche per il ritorno.
  • Anche tornare indietro è un’opzione! Non abbandonate i sentieri segnalati.
  • Protezione UV: proteggetevi dai raggi UV con creme solari, occhiali da sole e indumenti adatti. L’Indice UV è un’unità di misura dell’intensità delle radiazioni UV.
  • Calzature adeguate: Scarpe da ginnastica o infradito non sono minimamente adatte ai terreni impervi. Scarpe robuste con una suola profilata antiscivolo sono la condizione sine qua non, soprattutto in caso di terreno bagnato. In montagna è possibile che arrivi la pioggia anche se il cielo di mattina è limpido.
  • Da mettere nello zaino: protezione contro la pioggia e vestiti caldi. In altitudine il tempo può cambiare da un momento all’altro.
  • Cartelli segnaletici caduti, sentieri rovinati? Segnalatelo con il formulario apposito su www.sentierisvizzeri.ch.

Informazioni sull'autore

Stephan Fischer

Lavoro dal 2007 nella Comunicazione aziendale di Visana come redattore. Da allora, finalmente capisco, più o meno, come funziona il nostro complesso sistema sanitario. Come sportivo appassionato di più discipline ed allenatore di atletica leggera, temi quali la prevenzione, gli infortuni sportivi o la rigenerazione naturalmente mi toccano dal vivo. Ma anche le questioni legate all’ambiente e alle scienze naturali sono tra i miei argomenti preferiti.