Melanie Schmid | 07.12.2018

Fare il pieno di vitamine con il cinorrodo

Conosciamo il cinorrodo soprattutto nel tè. Ma la pianta può essere usata in svariati modi. È un prodotto di bellezza, uno snack sano e un farmaco naturale. E la cosa migliore: questo frutto miracoloso cresce nel proprio giardino di casa.

Superfood come le bacche di goji, i semi di chia e l’alga spirulina ci ammaliano al supermercato e ci vengono venduti a prezzi altissimi. Ma ci sono soluzioni meno care e disponibili direttamente dalla pianta. Il cinorrodo è un vero e proprio toccasana che cresce bene nel giardino di casa. Anche le persone che vivono in città e che non hanno il pollice verde possono piantare questo frutto miracoloso, persino in qualità bio. La pianta predilige soprattutto un posto soleggiato, ed ecco che i frutti rossi sono sempre a portata di mano e forniscono una porzione extra di vitamine. I frutti maturi e dolci si possono mangiare direttamente dalla pianta, solo i semi andrebbero estratti, poiché hanno un effetto irritante e raschiano la gola.

Un portento a 360 gradi

Siete raffreddati? Allora andate subito fuori in giardino a raccogliere i frutti rossi e fate seccare la buccia. Per un tè bio al cinorrodo, versare dell’acqua calda sulla buccia essiccata, aspettare dieci minuti e poi passare tutto con un colino. Ed ecco che il tè fatto in casa guarisce il raffreddore. Il cinorrodo contiene dieci volte più vitamina C rispetto a un’arancia. E grazie agli enzimi contenuti e agli acidi del frutto, la vitamina C si conserva quasi del tutto anche se cotta. Ma il piccolo cinorrodo non sarebbe un frutto miracoloso se non avesse da offrire altre proprietà: una tazza di tè ha un effetto lassativo e allieva i dolori renali e di cistite grazie all’alto valore acido. Inoltre, la marmellata di cinorrodo stimola l’appetito. Ma il frutto miracoloso non è solo sano, bensì fa bene anche alla pelle grazie ai preziosi principi attivi. L’olio di cinorrodo libera i pori chiusi e rende morbida la pelle secca.

Fatti e cifre sul cinorrodo

Il nome scientifico del cinorrodo è rosa canina. Il cinorrodo appartiene alla famiglia delle rosaceae ed è diffuso soprattutto nell’Europa centrale. Il suo punto forte è avere un valore nutritivo di circa 162 calorie per 100 grammi e molte vitamine e sostanze minerali: vitamina A, B1, B2 e C, calcio, magnesio e ferro.

 

Voglia di altri frutti miracolosi?

Informazioni sull'autore

Melanie Schmid

Lavoro dal 2016 nella Comunicazione aziendale di Visana come redattrice. Avendo la passione per la scrittura, mi piace ricercare sempre nuovi temi e poter presentare i miei interessi personali, come nell’ambito della sana alimentazione. È importante per me fare movimento a sufficienza, sia che si tratti di una corsa nel bosco o frequentare un corso di pilates. Sono sempre in movimento anche grazie ai viaggi, infatti amo scoprire nuovi Paesi e nuove culture.