Doris Hofer | 24.08.2018

Pratica e sana: la barretta

Vi siete mai presi il tempo di leggere i valori nutrizionali sulla confezione di una barretta proteica? Fatelo una volta! Infatti, chi è alla cassa del supermercato affamato e vede scritto a lettere cubitali «19 GRAMMI DI PROTEINE per L’AUMENTO DI MASSA MUSCOLARE» è sicuramente tentato di comprare questa barretta perché sembra una soluzione sana e veloce per attutire l’attacco di fame.

Ma ricordatevi:

  • una lista infinita di ingredienti non è un buon segnale, meno ingredienti contiene una barretta e meglio è. La regola base è: ogni prodotto con oltre dieci ingredienti va rimesso nello scaffale.
  • anche il fatto di vedere parole che non capite o che non sapete come pronunciare dev’essere un campanello di allarme.
  • fate caso alle proporzioni degli ingredienti: a volte la barretta si chiama barretta proteica, però contiene molti più carboidrati che proteine.
  • le proteine del latte (proteine del siero del latte, caseina, polvere di latte scremato) sono proteine ad alto valore nutrizionale, la qualità delle proteine di soia, invece, è minore.

Inoltre, quasi tutte le barrette sono carissime. Pertanto, vi consiglio veramente questa ricetta. Non usiamo proteine in polvere, ma i ceci. Per questo motivo, le barrette sono adatte anche come snack sano per i bambini.

Le barrette vanno conservate preferibilmente nel congelatore fino a poco prima di mangiarle. Così rimangono fresche a lungo e sono più gustose. Ma mi raccomando: non mangiatele congelate, potreste spezzarvi un dente.

Informazioni sull'autore

Doris Hofer

Mi chiamo Doris Hofer, ma sono diventata famosa col nome di Squatgirl. A 42 anni sono più in forma di quando ne avevo 20 perché adesso so cosa è importante. Sul blog di Visana vi svelo come riesco a sprizzare energia nonostante il lavoro, i bambini e il cane. Ci alleniamo insieme comodamente in salotto e prepariamo pasti semplici ma sani che potete portarvi al lavoro o a scuola.