Isabelle Bhend | 13.03.2018

Prezzi equi dei farmaci

La giungla dei farmaci può confondere. I diversi prezzi di farmaci di marca e farmaci generici creano ancora più insicurezza. Vi mostriamo come vengono stabiliti i prezzi dei farmaci e come si potrebbe diminuirne i costi.

I farmaci sono composti da principi attivi e ausiliari. Possono curare, alleviare o evitare malattie. Perché un nuovo farmaco sia disponibile sul mercato, in media passano dagli otto ai 12 anni. Questo periodo comprende un intenso lasso di tempo per la ricerca e un lungo processo relativo all’omologazione dei preparati originali. Per preparati originali si intendono i farmaci per i cui agenti attivi i produttori abbiano ricevuto un brevetto. Dopo la scadenza del brevetto, anche altri produttori possono produrre e vendere farmaci con gli stessi agenti attivi e venderli come farmaci generici.

Come si stabiliscono i prezzi dei farmaci?

Il prezzo di vendita di un farmaco a carico delle casse malati viene fissato dallo Stato. Esso è formato dalla parte propria alla distribuzione, dal prezzo di fabbrica per la consegna, dalla tassa per la vendita pari a un massimo di 5 franchi per confezione venduta e dall’IVA (2,5%). Per i farmaci generici non vi è alcun dispendio per la ricerca. Pertanto, i farmaci generici sono meno cari (dal 10% al 60%) del preparato originale.

Quali farmaci vengono corrisposti dall’assicurazione malattie?

L’assicurazione malattie assume solo i costi dei farmaci indicati nell’Elenco delle specialità. Al momento l’elenco conta circa 2900 farmaci. Questo elenco viene amministrato dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Invece, un farmaco generico viene inserito nell’Elenco delle specialità solo nel caso in cui il suo prezzo sia inferiore almeno del 40 percento rispetto all’originale. La buona notizia è che il mercato dei farmaci generici è cresciuto fortemente negli ultimi anni. Anche se nel confronto internazionale la Svizzera resta indietro rispetto ai Paesi confinanti, anche noi possiamo constatare un aumento di farmaci generici.

La nostra opinione sul dibattito relativo ai farmaci

Apprezziamo il grande contributo prestato dall’industria farmaceutica svizzera e la Svizzera come polo di ricerca. Tuttavia, siamo convinti che esista ancora un potenziale di risparmio nei prezzi dei farmaci.

Per esempio, per quanto riguarda lo snellimento della procedura di omologazione per i nuovi farmaci. Un minor dispendio è sinonimo di costi minori. Inoltre, ci aspettiamo che tutti i prezzi dei farmaci vengano adeguati annualmente al tasso di cambio effettivo euro-franco, anziché ogni tre anni. Dato che i prezzi dei farmaci in Svizzera sono maggiori in confronto ai Paesi limitrofi, i pazienti devono poter conteggiare tramite la cassa malati i farmaci acquistati all’estero a un prezzo più conveniente. Per il futuro Visana auspica più farmaci generici sull’Elenco delle specialità. Ciò richiede un più facile accesso al mercato per i farmaci generici con prezzi più bassi.

Informazioni sull'autore

Isabelle Bhend

Lavoro dal 2014 nella Comunicazione aziendale di Visana. I miei amici me lo ripetono spesso: cassa malati? Che noia. No, non per me, a me piace il campo politico ed economico in mutamento. Ed essendo un’appassionata delle nuove tecnologie, sono molto felice di seguire i progetti sulla digitalizzazione nell’azienda. Nella mia vita privata sono una persona che ama muoversi, ad esempio vado a camminare in montagna, pratico lo sci, faccio immersioni oppure giro il mondo.