I pollini sono tornati

Occhi che lacrimano e danno prurito, starnuti e naso chiuso sono i tipici sintomi di un’allergia ai pollini. I seguenti consigli aiutano a combattere il raffreddore da fieno.

Anche se i pollini si manifestano solo in primavera, si può iniziare a prepararsi già a inizio anno per la stagione del raffreddore da fieno, ad esempio iniziando una desensibilizzazione biologica. Con questo metodo vengono introdotti nel corpo per diverse settimane i pollini di frutici, alberi e piante erbacee in forma attenuata per rafforzare il sistema immunitario.

Cosa aiuta nella fase acuta?

Metodi di medicina naturale

Spagyrica

Nella fase acuta, i cosiddetti «preparati spagirici» sono molto ambiti. L’echinacea purpurea, il farfaraccio maggiore (petasites hybridus), il verbascum o la cipolla (allium cepa) hanno un effetto antiallergico e allievano le irritazioni. Inoltre, è consigliato l’utilizzo di cardiospermum, un preparato molto usato in caso di allergie.

Euphrasia

In caso di lacrimazione agli occhi può aiutare la pianta euphrasia sotto forma di gocce. Se si hanno gli occhi irritati questa pianta può allievare i dolori.

Sali di Schüssler

Anche i sali di Schüssler sono molto richiesti. Soprattutto i numeri tre, otto e 24 sono adatti per dare sollievo al raffreddore da fieno.

Consigli per combattere i pollini

  • Oltre ad assumere preparati naturali è consigliato sciacquare il naso più volte al giorno con della soluzione salina. Inoltre, lavarsi spesso le mani e lavare ogni giorno i capelli può alleviare i disturbi.
  • Fuori può essere d’aiuto un paio di occhiali da sole per proteggere gli occhi, ma si dovrebbe rinunciare comunque a fare lunghe passeggiate nei campi e prati.
  • Fate attenzione a dormire con le finestre chiuse la notte. Arieggiare l’appartamento o l’ufficio solo la mattina presto, poiché a quell’ora la concentrazione di polline è minore.
  • Delle speciali reti anti polline per finestre e porte riescono a tener lontano l’80% dei pollini. Inoltre, vi proteggono anche da fastidiose mosche e zanzare.
  • Se siete in giro in macchina è importante che lasciate i finestrini chiusi durante il viaggio. In questo modo i pollini non entrano all’interno del veicolo.
  • Cambiare regolarmente la biancheria da letto, poiché i pollini possono depositarsi anche nel letto.
  • Non fare asciugare i vestiti all’aria fresca, dato che i pollini si poserebbero sui vestiti appena lavati.

Informazioni su
Kristian Fankhauser

Dal 2016 lavoro da Visana come addetto alle pratiche in ambito ambulatoriale. Oltre a questa attività sono proprietario della start-up «MyFitMap», nella quale posso sfruttare in modo ottimale le mie passate attività come droghiere e personal trainer. Alimentazione sana e movimento sono parte integrante della mia quotidianità.

Commenti Le regole del blog'