Rilassare gli occhi con il giusto allenamento

Lavorare al computer affatica gli occhi e spesso sottopone a un carico eccessivo il nostro organo della vista. Una breve sessione di ginnastica oculare può lenire i sintomi della stanchezza – nel blog vi spieghiamo come si fa e abbiamo raccolto per voi altri consigli per rilassare gli occhi.

Come funzionano gli occhi

In condizioni di luminosità e distanza diverse, i nostri occhi modificano continuamente la forma del cristallino per permetterci di vedere in modo nitido. Questo processo si chiama «accomodazione». Sei muscoli per ciascun occhio ci consentono di guardare in tutte le direzioni e modificare la curvatura del cristallino.

 

Il problema che si verifica in presenza di uno dei disturbi della vista conosciuti con il termine di «ametropia» (tralasciando alcune patologie specifiche dell’occhio) è che uno dei muscoli dell’occhio non lavora più bene, oppure che il bulbo oculare si è ingrandito troppo, motivo per cui il punto focale non converge più sulla retina. Di conseguenza si hanno una miopia o un’ipermetropia (sinonimo: presbiopia).

 

In qualche raro caso l’ametropia può essere dovuta a cause genetiche, oppure insorgere a causa di un sovraffaticamento degli occhi, come dimostrato da diversi studi.

La ginnastica oculare serve?

La ginnastica oculare presuppone che un eccessivo sforzo fisico o psichico porti a una disfunzione della vista o a una visione meno nitida. In particolare, secondo questo approccio questa degenerazione è da ascrivere all’abitudine di fissare a lungo uno schermo. Gli occhi sono sottoposti a un carico unilaterale e sovraffaticati.

L’idea alla base della ginnastica oculare (allenare i muscoli dell’occhio e rilassarli, proprio come altri muscoli del nostro corpo), dunque, non è poi così sbagliata. Una sessione di ginnastica oculare serve ad attivare i muscoli dell’occhio e può dunque agevolare la visione in caso di miopia o ipermetropia.

Alcuni consigli di base da leggere PRIMA degli esercizi di ginnastica oculare

  • Assicuratevi che la vostra postazione di lavoro sia ergonomica, in modo che sia gli occhi sia l’intero corpo siano rilassati
  • Impostate al meglio lo schermo (angolo e distanza)
  • Illuminate correttamente la vostra postazione di lavoro, con luce del sole e/o lampade a luce diurna
  • Migliorate il clima della stanza 
  • Mangiate sano
  • Bevete tanto
  • Fate pause regolari all’aria aperta
  • Per lavorare al computer, preferite gli occhiali alle lenti a contatto
  • Strizzate spesso gli occhi
  • Impostate le dimensioni dei caratteri sullo schermo a una grandezza piacevole

 

A questo punto potete iniziare con i nostri semplici esercizi per gli occhi.

Ginnastica oculare per rilassarsi

  Palming
 

Sfregate le mani per riscaldarle e appoggiate i palmi per 15 secondi sugli occhi chiusi.

  Il massaggio delle orbite favorisce la circolazione
 

Massaggiate il bordo osseo delle orbite con i polpastrelli, partendo dal naso per arrivare alle sopracciglia, fino alle tempie.

  Massaggiate via la stanchezza
 

Sfregate gli occhi con pollice e indice partendo dal punto di appoggio degli occhiali sul naso. Massaggiare questo punto di agopuntura ha un effetto energizzante.

  Bagno di sole per gli occhi
 

Chiudete gli occhi e guardate per mezzo minuto il sole non troppo forte.

  Doccia agli occhi
 

Un piccolo gesto di gentilezza per i vostri occhi: concedete ai vostri occhi dieci brevi docce calde e fredde. Fa bene!

Allenare e allentare i muscoli degli occhi

  Strizzare gli occhi per un minuto
 

Strizzate velocemente (ma non troppo forte) gli occhi. In questo modo allenate la muscolatura oculare e rifornite i vostri occhi di liquido lacrimale.

  Concentrarsi sui pollici
 

Tenete i pollici a circa 30-40 cm dal viso e concentrate lo sguardo su di essi. Ora cominciate a camminare senza distogliere lo sguardo dai vostri pollici. .

  Disegnare un otto
 

Disegnate un ampio otto in aria con gli occhi.

  Seguire l’orologio
 

Chiudete gli occhi e fissate un punto corrispondente al centro dell’orologio. Spostate gli occhi verso l’1 e poi di nuovo al centro, poi spostateli sul 2, tornate al centro e così via, fino a quando non avrete toccato tutte le ore.

  Seguire sentieri
 

Coprite un occhio con la mano e poi, senza muovere la testa, seguite con l’altro occhio una linea immaginaria, da un capo all’altro.

  Ginnastica oculare per l’accomodazione
 

Spostare lo sguardo da oggetti vicini a oggetti lontani aiuta a contrastare la visione tubolare: mettetevi alla finestra e concentratevi alternativamente su un punto lontano e uno vicino, fino a quando non è nitido.

  Flessioni per gli occhi
 

Prendete una matita o il manico di un cucchiaio, tenetelo all’altezza degli occhi e avvicinatelo al naso. Non appena si sdoppia o appare sfocato, tornate ad allontanarlo. Ripetete l’esercizio un paio di volte. L’obiettivo è portare la matita al naso senza vederla doppia o sfocata.

  Accomodare
 

Per mettere a fuoco, coprite un occhio con la mano. Agitate lentamente l’altra mano davanti agli occhi aperti. Seguite il movimento con lo sguardo. Ripetete l’esercizio con l’altro occhio. Alla fine, fate un po’ di palming.

  Per la profondità di campo
 

Formate un cannocchiale con le mani e fissate un oggetto lontano.

Vi ricordiamo che la ginnastica oculare non sostituisce la visita dall’oculista.

Informazioni su
Ana Ilak Fernandes

Da alcuni anni lavoro per Visana e sono passata già da diversi reparti. Dal 2012 sono attiva nel reparto online marketing. Termini come il programmatic buying, social media oppure generazione di lead sono parte integrante della mia quotidianità lavorativa. Questo settore si evolve a velocità luce e ha in serbo sempre nuove innovazioni interessanti. L’evoluzione continua con nuove possibilità e soprattutto la misurabilità dei provvedimenti applicati rendono il mio lavoro molto avvincente. Inoltre sono mamma di due piccole pesti. Nella vita privata sono di grande importanza il movimento e il divertimento, un’alimentazione equilibrata e naturalmente la salute. 

Iscriviti ora!

Commenti Le regole del blog'