torna alla panoramica

Emicrania e meteoropatia

Melanie von Arx
Melanie von Arx
Ufficialmente, la meteoropatia non è una malattia. Tuttavia, molte persone soffrono di mal di testa, sbalzi d’umore e ridotta capacità di rendimento durante il cambio di stagione. Da dove vengono questi disturbi e cosa si può fare per combatterli?

Il sole splende nel cielo sereno e le alpi sembrano così vicine da poterle toccare con un dito. Un giorno da cartolina, se solo non ci fosse questo fastidioso mal di testa. La sensazione è quella come se qualcuno martellasse la tempia. La luce abbagliante è insopportabile e si vorrebbe essere in un letto in una stanza buia. «Senti sicuramente il föhn o la neve», è spesso il commentato non richiesto. Può anche darsi che è proprio il tempo a causare il mal di testa, tuttavia, l’influsso del tempo sulla salute non è comprovato. Oltre all’emicrania, le persone colpite soffrono anche di stanchezza, disturbi di concentrazione e spossatezza. Altre ancora hanno le gambe pesanti e disturbi reumatici. 

 

Purtroppo, l’emicrania non è curabile. I fattori scatenanti sono, infatti, differenti da paziente a paziente. Spesso incidono anche lo stress, il carico psichico, l’alimentazione, l’alcol, i cambiamenti nei ritmi di vita, le fluttuazioni ormonali oppure, appunto, i cambiamenti meteorologici.

Meteoropatia come segno di avviso di tempesta?

I medici non definiscono la meteoropatia come malattia vera e propria. Gli scienziati presumono che sia più un meccanismo salvavita che avvisava i nostri antenati in caso di tempeste e altri fenomeni meteorologici. Una sorta di riflesso di protezione per esseri umani e animali. Si pensa che i meteoropati potessero sentire già ore o persino giorni prima il cambio del tempo e che in questo modo potessero mettersi al riparo in tempo. Una cosa che ai tempi poteva esser utile per la sopravvivenza, oggi, invece, è solo una caratteristica fastidiosa. Le persone colpite non devono abbattersi e pensare che non ci sia una via d’uscita. Con dei semplici metodi è potete alleviare i disturbi.

Dieci consigli contro la meteoropatia

  1. Uscire all’aria aperta: passeggiate con sole, vento, pioggia e neve aiutano il corpo ad abituarsi a diverse condizioni meteorologiche.

  2. Sauna a gogo: sudare spesso nella sauna rafforza il sistema immunitario. La doccia fredda dopo la sauna migliora la circolazione sanguigna e stimola il metabolismo.

  3. Diario della meteoropatia: annotare di quali sintomi si soffre durante quale condizione meteo.

  4. Mangiare in modo sano ed equilibrato: prediligere pasti leggeri.

  5. Limitare il consumo di alcol e nicotina: l’alcol e le sigarette influiscono sul sistema nervoso vegetativo e possono peggiorare il mal di testa o la stanchezza.

  6. Rilassarsi consapevolmente: ad alcuni può aiutare un’ora di yoga, altri si rilassano con un bagno caldo al profumo di lavanda. I sali da bagno con lavanda hanno un effetto calmante e che incentiva il sonno.

  7. Tè allo zenzero fresco: lo zenzero può allievare il mal di testa acuto.

  8. Dormire abbastanza: in caso di malessere oscurare la stanza e fare un pisolino.

  9. Fare sport: gli sport di resistenza come il jogging, il nuoto o il ciclismo aumentano il benessere e rafforzano il corpo.

  10. Una pianificazione regolare della giornata può aiutare: di questa fanno parte tempi di riposo e dei pasti regolari. Pertanto, accertatevi di non rimanere a letto più a lungo del solito, anche durante il weekend.

Inoltre, per combattere il mal di testa potete rivolgervi ai terapeuti riconosciuti nell’ambito della medicina complementare.

  • Massaggi medicali per la muscolatura in tensione
  • Osteopatia e terapia cranio-sacrale per sciogliere le zone tese
  • Trattamenti Kneipp
  • Applicazioni di MTC: i terapeuti specializzati in medicina tradizionale cinese (MTC) utilizzano l’agopuntura e curano con erbe, calore e massaggi

Quando andare dal medico? Se i disturbi non diminuiscono nonostante tutto, si consiglia di recarsi dal medico. La causa potrebbe essere un’infiammazione trascurata che indebolisce il sistema immunitario.

Diteci cosa ne pensate

L'articolo è stato utile?
Cosa possiamo migliorare?

Le regole del blog'

Articoli correlati

Contatto