Stephan Fischer / 27.07.2020

Superfrutto ribes neri

Il ribes nero è un vero bruciagrassi e anche molto sano. In questo articolo vi sveliamo i poteri benefici di questo «superfrutto» nostrano.

Il ribes nero è una bacca amatissima, sana, molto ricca di vitamine e che in molte culture è considerata una pianta curativa e un superfrutto locale. Insomma: è una bacca che non può mancare in nessun programma nutrizionale sano, perché ha solo effetti positivi sulla nostra salute.

Il nostro superfrutto: una vera bomba di vitamine

Il suo colore viola scuro è dato da sostanze vegetali secondarie dalle proprietà benefiche che contribuiscono a prevenire le patologie cardiocircolatorie e tumorali, hanno un effetto antiinfiammatorio e difendono da sostanze che danneggiano le cellule.

 

Il ribes nero non fornisce sostegno ottimale e rigenerazione solo agli sportivi: infatti, è letteralmente un’esplosione di vitamina C. Ne bastano solamente 100 grammi al giorno per coprire il fabbisogno giornaliero di questa vitamina.

 

Il ferro contenuto in questa bacca aiuta a trasportare l’ossigeno nel sangue, mentre potassio, calcio e magnesio danno velocemente energia.

Un bruciacalorie

Questo frutto meraviglioso è anche un bruciagrassi di prima categoria: con magnesio, potassio e ferro potete dire addio al grasso. Il magnesio influisce positivamente sul metabolismo dei grassi, ottimizzandolo. Inoltre, i ribes neri danno senso di sazietà e rappresentano un’integrazione ideale alle diete.

Utilizzo e raccolta

Il ribes nero si raccoglie da metà giugno a inizio agosto.

 

Il sapore delle bacche è abbastanza aspro, ma il loro aroma si adatta a essere combinato con molti cibi. Si possono usare per preparare smoothie, oppure marmellate, chutney o sciroppi.

 

Inoltre, è possibile farne seccare le foglie e riutilizzarle in inverno per un infuso.

 

Link agli smoothie

Buono a sapersi:

  • contiene il triplo della vitamina C di un limone
  • contiene il doppio del potassio di una mela
  • povero di calorie
  • favorisce l’eliminazione dei grassi
  • da consumare subito (si conserva per 2-3 giorni)

Informazioni su
Stephan Fischer

Lavoro dal 2007 nella Comunicazione aziendale di Visana come redattore. Da allora, finalmente capisco, più o meno, come funziona il nostro complesso sistema sanitario. Come sportivo appassionato di più discipline ed allenatore di atletica leggera, temi quali la prevenzione, gli infortuni sportivi o la rigenerazione naturalmente mi toccano dal vivo. Ma anche le questioni legate all’ambiente e alle scienze naturali sono tra i miei argomenti preferiti.

Iscriviti ora!

Commenti Le regole del blog'