Simone Hubacher / 15.11.2021

Non mollare con Mujinga Kambundji e Christian Stucki

Novembre: freddo, grigio e scuro... Ora più che mai è fondamentale restare in movimento! Mettetevi alla prova! I nostri ambasciatori di Visana Christian Stucki e Mujinga Kambundji sono in fase di preparazione fisica e ci svelano come si tengono motivati.

Ci siamo passati tutti: soprattutto ora che le giornate sono più buie e le temperature hanno cominciato a scendere sotto lo zero, la nostra motivazione a fare un giro di corsa dopo il lavoro non sempre è alta. Tuttavia, per superare i mesi invernali rimanendo in forma è importante vincere la propria pigrizia e non lasciarsi andare. Può essere utile porsi un obiettivo, dice l’ambasciatrice di Visana Mujinga Kambundji (vedi sotto).

 

I nostri ambasciatori hanno cominciato la preparazione atletica a fine ottobre/ inizio novembre e non perdono di vista i loro obiettivi per la prossima stagione. Abbiamo chiesto loro cosa li aspetta.

Mujinga Kambundji:

Finita una stagione si pensa alla prossima. Abbiamo analizzato alcune cose ed effettuato delle modifiche per ottimizzare i risultati e ora, già da fine ottobre ho cominciato la fase di preparazione fisica. Al momento i miei allenamenti si svolgono per metà al chiuso e per metà all’aperto. Corro ancora all’aperto, finché il terreno non è ghiacciato e non c’è neve. Ma non appena farà più freddo mi sposterò nella palestra del centro sportivo nazionale di Macolin. Il mio carico di allenamento attuale è di due ore al giorno, da lunedì a sabato, ma aumenterà di settimana in settimana, fino ad arrivare a tre ore e mezza prima dell’inizio della stagione.

Christian Stucki:

Sì, pure per noi lottatori la preparazione fisica è cominciata a inizio novembre. Nel mio caso purtroppo, c’è l’aggravante dell’operazione alla spalla che non mi rende ancora possibile svolgere tutte le fasi dell’allenamento. Per il momento ci stiamo concentrando su gambe, addominali e glutei; si tratta di un allenamento di base. Mi alleno principalmente al chiuso – di fatto già al 99%, perché il tempo non è più dei migliori. E chi mi conosce sa bene che non sono proprio un'amante della corsa. Per questo non mi piace particolarmente nemmeno il tapis roulant, preferisco di gran lunga la cyclette. Tommy Herzog, il nostro preparatore atletico, ci fa sudare parecchio in palestra. Al momento mi alleno dalle otto alle dieci ore a settimana, che però andranno ad aumentare, quando a dicembre e gennaio torneremo a lottare.

Cosa si può fare quando manca la motivazione?

Mujinga Kambundi trova che sia importante e utile avere un obiettivo in vista. «Non importa quante volte ti alleni: Ciò che conta è sapere perché lo stai facendo.» Così, a suo dire, si riduce la possibilità di perdere la motivazione, indipendentemente dal clima stagionale. Se invece la voglia dovesse mancare per un periodo prolungato, allora probabilmente è giunta l’ora di provare qualcosa di nuovo. «Perché non provare uno sport nuovo, dopo anni di abbonamenti in palestra? Inoltre può essere utile anche allenarsi in un gruppo diverso o con altri compagni.» Lei stessa ha programmato gli allenamenti in determinati giorni della settimana. E lo consiglia anche agli sportivi amatoriali: «Così sai che sabato dalle 10.00 alle 11.00, è l’ora dedicata al jogging, ad esempio. Diventa un appuntamento fisso.»

 

 

Christian Stucki ride e ammette che lui stesso di tanto in tanto fatica a trovare la motivazione. Ma poi aggiunge: «Dopo l’allenamento, dopo aver dato tutto, ci si sente bene. Si è fatto qualcosa di buono per il proprio corpo. Anche nei mesi più freddi è importante rimanere in movimento.» Anche lui a volte si sente stanco la sera dopo il lavoro, «Ma ci si allena lo stesso». Si fa qualcosa per il corpo e anche per la mente. L’esercizio paga sempre. L’alternanza tra il lavoro quotidiano e lo sport crea un ottimo equilibrio nella propria vita», dice il re della lotta svizzera.

Finito un allenamento si guarda già al prossimo: partecipate ora al camp online!

I Visana Kids Camp con i nostri due ambasciatori tornano l’anno prossimo anno per la seconda edizione. Come Mujinga e Christian, pure noi volgiamo uno sguardo al passato e naturalmente uno anche al futuro. In attesa del prossimo autunno, per tutte e tutti gli ex-partecipanti, per le bambine e i bambini di Visana di domani e per tutte le persone interessate ora c’è un camp online interattivo: non perdetevi il momento in cui Mujinga verrà accolta con grande entusiasmo dai giovani talenti del futuro e Chrigu, insieme ai suoi colleghi lottatori, insegnerà fantastici trucchetti alle bambine e ai bambini. I piccoli corridori avranno la possibilità di misurarsi in pista con Mujinga e molto altro ancora.

 

>> Camp online interattivo

Iscriviti ora!

Informazioni su
Simone Hubacher

Da marzo del 2021 lavoro come redattrice presso la Comunicazione aziendale di Visana. Le mie passioni sono lo sport e la salute. Questi temi sono anche quelli su cui è incentrato questo blog, motivo per cui sono particolarmente felice di partecipare alla sua stesura. Oggi il mio modo per ritrovare l’equilibrio con il compito bellissimo e impegnativo di mamma di due ragazzine sveglie (nate nel 2010 e nel 2013) è un mix consapevole di movimento attivo (camminate, crossfit, bici da corsa, nuoto, sci) e di isole di pace (lettura, meditazione, natura), che sono altrettanto importanti.

Commenti Le regole del blog'