Corinne Dubacher / 12.04.2021

Come proteggere la bici dai furti

In Svizzera vengono rubate ogni anno circa 35'000 biciclette. Vi consigliamo come proteggere al meglio la vostra bici e quale assicurazione stipulare.

Non appena la colonnina di mercurio inizia a salire, le biciclette vanno a ruba. Nel vero senso della parola! A volte la bici sparisce anche davanti alla nostra porta di casa, dalla cantina, dalla stazione ferroviaria o da altri luoghi in cui l’avevamo parcheggiata. Secondo l’attuale rapporto della polizia della città di Zurigo, nel 2020 nella città sulla Limmat sono stati denunciati 3024 furti di bici e 802 di bici elettriche. A Berna, invece, i ladri hanno fatto sparire dalla circolazione 1697 biciclette. Ma le biciclette non vengono rubate soltanto nelle grandi città. Anche nelle zone rurali e negli agglomerati urbani le due ruote sono molto apprezzate dai ladri come mezzo di locomozione per spostarsi il più rapidamente possibile da un posto all’altro.

Ma che cosa fare per proteggere la vostra bicicletta? Quali sono i lucchetti antifurto migliori?

Un buon lucchetto deve essere stabile, robusto e che si possa scassinare soltanto se si ha con sé uno zaino pieno di attrezzi speciali. Infatti, non esistono lucchetti impossibili da aprire, sarebbe una falsa promessa. Tuttavia, possiamo mettere il bastone fra le ruote ai ladri.

Le varie tipologie di lucchetto antifurto

Esistono diverse varianti e fasce di prezzo di antifurto. In linea di massima, però, si raccomanda quanto segue: per l’antifurto bisogna investire all’incirca il 10% del prezzo d’acquisto della bicicletta. Vi spieghiamo i vantaggi e gli svantaggi delle differenti tipologie di lucchetto.

 

Tipo Vantaggi Svantaggi
Lucchetto a catena
  • Struttura e lunghezza variabile
  • Ideale per legare più bici
  • Robusto
  • Elevata sicurezza
  • Piuttosto pesante
Pieghevole
  • Richiudibile su sé stesso e ridotte dimensioni d’ingombro
  • Disponibile in varie lunghezze
  • Difficile da scassinare anche con l’impiego di utensili
  • Sicurezza elevata fino a estremamente elevata
  • Prezzo: segmento medio
Lucchetto a U (o ad arco)
  • Robusto
  • Se l’archetto è rinforzato con acciaio, è impossibile tranciarlo, anche con un tronchese
  • Sicurezza estremamente elevata
  • Peso elevato
  • In parte troppo corto, risulta difficile legare la bicicletta a un palo
  • Piuttosto caro
Cavo
  • Prezzo d’acquisto economico
  • Facile da fissare alle ringhiere
  • Ideale per legare più bici
  • Leggero ed estendibile
  • Facile da scassinare
  • Serve piuttosto da deterrente visivo
  • Consigliato per mettere in sicurezza la bicicletta per poco tempo (ad es. quando andiamo a prendere rapidamente un caffè al bar oppure siamo sulla terrazza di un ristorante e teniamo la bici costantemente sotto controllo)

 

Ecco come proteggere la vostra bici dai furti

Ecco come proteggere la vostra bici dai furti

Annotatevi il numero di telaio e la marca della bici e fate una foto della bici. In caso di furto, questi dati serviranno per la denuncia alla polizia. 

Registrare o rintracciare la bici

La registrazione sulla piattaforma online velofinder.ch non garantisce che la bici non venga rubata, però può aiutare a rintracciarla.

Nella Svizzera romanda è molto diffuso il trasmettitore Trakyv. All’interno del manubrio viene montato un trasmettitore che, in caso di furto della bicicletta, permette di localizzarla.

Fare attenzione a dove si lascia la bici

Parcheggiate la bicicletta in un posteggio per bici ben illuminato e non nascosto. Molti posteggi per bici sono anche videosorvegliati; un ottimo deterrente contro i ladri. A casa è invece meglio custodire la bici nell’apposito locale per bici, in garage o in cantina. Se invece avete un modello costoso, vi consigliamo di custodirla all’interno del vostro appartamento.

Chiuderla bene

Chiudete sempre la bici con l’antifurto. Con un grosso catenaccio e un buon lucchetto o un altro sistema di chiusura ridurrete il rischio di furto. Legate l’antifurto facendolo passare fra le ruote e attorno al telaio. Affinché la bicicletta non venga sollevata e caricata con tutto l’antifurto, legatela sempre a un oggetto inamovibile fissato a terra, ad esempio una rastrelliera, un recinto o un palo. Inoltre, l’antifurto deve rimanere sollevato da terra.

Mi hanno rubato la bici. Che cosa faccio ora?

Vi hanno rubato la bici nonostante abbiate adottato tutte le precauzioni del caso? Denunciate il furto al più vicino posto di polizia oppure online su www.suisse-epolice.ch (24 ore su 24). Per presentare la denuncia, avete bisogno di un documento d’identità, del nome della vostra assicurazione di mobilia domestica, della marca, del modello e del colore della bici e, come detto precedentemente, anche del numero di telaio (se possibile).

Come posso assicurare la mia bici?

Le biciclette sono assicurate contro i furti tramite l’assicurazione di mobilia domestica. Siccome il più delle volte la bici viene rubata fuori casa, è necessaria la copertura supplementare «furto semplice fuori casa». In caso di furto, l’assicurazione di mobilia domestica Directa partecipa ai costi per l’acquisto di una nuova bici. Se la bici che era stata rubata viene ritrovata danneggiata, Directa assume anche i costi per la riparazione. Il solo danno (senza furto) non è invece assicurato.

Iscriviti ora!

Informazioni su
Corinne Dubacher

Fornisco il mio contributo come redattrice di testi e blogger freelance per il team Marketing online di Visana dal 2017. Adoro approfondire temi sempre nuovi e scrivere di quello che imparo. Dopo alcuni anni in diverse agenzie, nel 2011 ho fondato la mia agenzia personale di redazione di testi GlossyWords (www.glossywords.ch) e offro la mia consulenza alle aziende nell’ambito dei testi scritti, dei blog e dei social media. Mi piace trascorrere il mio tempo libero in o sull’acqua. So apprezzare una giornata tranquilla sulla sdraio tanto come una sessione di power yoga in riva a un corso d’acqua o un lungo giro sulla tavola da SUP. Se il tempo non è dei migliori, mi diverto con mio marito e i miei gatti, sperimento in cucina o mi lascio trasportare da storie ben raccontate.

Commenti Le regole del blog'