Fabian Ruch / 07.03.2022

Ginnastica a casa: gli attrezzi da palestra «in casa» preferiti di Fabian

La pandemia ha trasformato anche il mercato degli attrezzi da palestra «in casa», generandone un vero e proprio boom. Il nostro autore ci illustra questo sviluppo vertiginoso e ci svela non solo quali sono i suoi attrezzi preferiti, ma anche quale ha messo in camera da letto.

Mi ricordo un viaggio negli USA, qualche anno fa: nella pubblicità in TV, modelle e modelli in forma si muovevano con grande dinamismo su uno splendido «home trainer», vale a dire una cyclette da allenamento. Ma che dico, cyclette da allenamento è riduttivo! Una bicicletta Peloton, ultramoderna e collegata a un grande schermo su cui era possibile «ripercorrere» le più belle piste ciclabili del mondo seguendo le istruzioni di modelli atletici, ciclisti famosi, sportivi e influencer, tutti ambosessi. 

 

«Uao!», è stata la mia reazione a caldo. E, subito dopo, ho pensato a quanto sarebbe stato bello averne una così in salotto. Fare sport a casa è sempre stato difficile per me, perché generalmente trovavo sempre un pretesto (o, per lo meno, un motivo accettabile per me) per fare qualcos’altro.

 

Ecco perché da parecchio tempo sono iscritto a una palestra: là, non ci sono scuse. A casa, riuscivo al massimo a fare flessioni, piegamenti sulle ginocchia o burpee (croce e delizia!). 

 

Poi è arrivato il coronavirus. 

Io e le bici Peloton

Tutti gli splendidi sport con la palla, come il calcio, il tennis e il golf, erano vietati. Le palestre, chiuse. Che fare, atleta? Correre non è esattamente il mio sport preferito. E le biciclette Peloton non erano ancora arrivate in Svizzera – e non lo sono tuttora. In compenso c’era una pletora di bici simili da usare in casa, che da comprare sono spesso care e arrivano a costare parecchie migliaia di franchi. Dopo approfondite ricerche su Internet, ho trovato e ordinato il giusto home trainer ultratecnologico, che dopo qualche difficoltà di consegna è finalmente arrivato a casa, pronto per essere installato. Anche se la marca non era Peloton, l’aspetto era almeno altrettanto chic ed elegante.

 

E insomma, sono salito in sella. Davanti a me, sullo schermo, allenatori e allenatrici motivati mi davano istruzioni. Io, sul sellino, partivo così per il mio viaggio d’esplorazione intorno al mondo – per una volta, virtualmente. Percorsi nei Caraibi e a Chicago, nelle Hawaii e lungo il Lago Lemano... e in tante altre destinazioni da sogno. Che sballo!

 

Questo attrezzo high-tech, col suo schermo gigante, permette perfino di allenarsi in pendenza: la bici si muove in modo meccanico e l’esperienza è straordinariamente vicina a quella di una salita in montagna o di una discesa lungo un pendio. E soprattutto, le sfide con cui confrontarsi sono sempre nuove: splendide nuove tappe in tutto il mondo, tanti nuovi paesaggi come stimolo. L’immaginazione galoppa, le gambe turbinano, fiumi di sudore scorrono. E, se vi mancano i vostri compagni e compagne di pedalate, potete partecipare agli eventi globali con altre persone che, collegate da ogni angolo del mondo, percorrono gli stessi tragitti in contemporanea. 

 

Finora, non mi sono pentito dell’acquisto, e non sono il solo. Anzi: negli ultimi due anni la ginnastica a casa ha vissuto un boom enorme. Trasformare casa propria in un parco attrezzi è diventato un fenomeno di massa e c’è un numero incredibile di opzioni a disposizione per allestire la propria palestra privata in salotto. Beh, a casa nostra l’home trainer sta in camera da letto, perché lì questo catafalco di bicicletta dà un po’ meno fastidio a mia moglie.

 

Perfino la scelta di home trainer di ogni tipo è amplissima. Sempre migliore è anche l’enorme selezione di video su Internet in cui trainer allenatissimi eseguono gli esercizi davanti a voi. Alcuni di loro hanno milioni di follower. 

Balance board

Anche i tapis roulant e le stazioni fitness multifunzione, i rulli e le fasce elastiche, le piattaforme vibranti e le balance board vanno per la maggiore.

 

Anch’io mi sono comprato una di queste tavole, su cui è possibile continuare a sognare, almeno a casa, di surfare sulle onde delle Hawaii. Ammetto di usare la balance board un po’ meno della mia fantastica bici, ma è sicuramente molto utile per affinare la coordinazione, le capacità motorie, la flessibilità e la forza. 

 

Sensopro

Forse avete già sentito parlare di Sensopro, un attrezzo da palestra geniale, all-in-one, introdotto sul mercato da un’innovativa azienda del Canton Berna. Io me ne sono innamorato nella palestra che frequento. Da qualche tempo, il produttore offre una versione «Casa» più piccola, molto carina. Per installarla a casa, però, serve parecchio spazio.

 

Specchi per il fitness

Inoltre, da tempo sono disponibili specchi a grandezza naturale con cui si possono svolgere centinaia di esercizi. Sono più di semplici specchi: piuttosto, si tratta di «tuttofare» elettronici, su cui, ancora una volta, allenatori e allenatrici ben vestiti e in forma mostrano come eseguire correttamente tutti questi esercizi. Ci si può mettere in contatto in tempo reale con altri fanatici dello sport per allenarsi e confrontarsi con loro.

 

È un allenamento visivo e virtuale su specchi belli anche da vedere, che sembrano quasi smartphone giganti. Si possono acquistare gli abbonamenti più diversi, ad esempio per yoga, pilates o quello che più vi piace. Parliamo di allenamenti top di gamma su schermi che si fanno sempre più grandi, migliori, perfezionati e brillanti. 

 

Detto tra noi: probabilmente, un acquisto di questo genere sarebbe un po’ troppo. Per non parlare del fatto che mia moglie non sarebbe affatto contenta di avere l’ennesimo attrezzo nel nostro appartamento (situazione aggiornata a febbraio del 2022).

 

Per fortuna, però, da un paio di settimane le palestre hanno riaperto e ora si può addirittura tornare ad allenarcisi senza mascherine: il mio amato Sensopro è sempre in azione. E io, appena ne avrò occasione, suggerirò caldamente alla titolare della mia palestra l’acquisto di uno specchio come quello che vi ho descritto, da mettere a disposizione dei clienti.

Visana mypoints

myPoints è il programma bonus digitale di Visana. Vi aiutiamo a integrare maggiormente il movimento nella vostra quotidianità, in modo consapevole. Non importa se con lo sport o a piccoli passi: il fattore determinante è muoversi regolarmente. Se avete stipulato un’assicurazione complementare con Visana, verrete premiati per le vostre attività fisiche con un bonus che può anche arrivare a 120 franchi all’anno.

 

>> Informazioni su myPoints

Iscriviti ora!

Informazioni su
Fabian Ruch

Pratico prevalentemente sport con la palla (calcio, tennis, golf), ma vado anche volentieri in palestra. Ora lavoro come giornalista sportivo per il quotidiano NZZ e mi sono messo in proprio nel settore della comunicazione. Ho il piacere di sostenere Visana in molti settori tramite i miei testi. Inoltre sono caporedattore della prima rivista sportiva svizzera dedicata alle donne, «SPORTLERIN» Oltre allo sport, tra le mie tante passioni si annoverano anche i viaggi, la lettura e il poker.

Commenti Le regole del blog'