Lea Ferrante / 31.01.2022

Taping – è possibile bendare il dolore? Con 12 consigli sul taping

Oggi non possiamo più fare a meno di ciò che è nato negli anni 70 in Giappone dallo studio della chinesiologia: il kinesio taping. Mentre inizialmente questi bendaggi venivano utilizzati prevalentemente dalle stelle del calcio e dagli atleti olimpici, oggi stanno diventando sempre di più a uso quotidiano.

Cos’è esattamente il kinesio tape?

Il kinesio tape è composto da un nastro elastico di cotone, con uno strato adesivo in acrilico ed è stato sviluppato dello stesso spessore e con la stessa elasticità della pelle umana. In questo modo si adatta facilmente ai movimenti naturali del corpo.

 

Il kinesio tape può essere portato ininterrottamente fino a sette giorni e generalmente ha una larghezza di cinque centimetri. Ai diversi colori dei bendaggi vengono attribuite «proprietà» differenti: il rosso ad esempio è attivante, mentre il blu è calmante e rinfrescante. Tuttavia queste proprietà non sono provate, pertanto è consigliabile effettuare bendaggi con i colori che ci fanno stare bene.

Quando si usa il kinesio tape?

Applicando il kinesio tape si stimola il processo di guarigione del nostro corpo, pertanto il bendaggio può essere applicato per trattare svariati infortuni e disturbi. Al giorno d’oggi, il «tape» viene utilizzato spesso come metodo di trattamento complementare. 

 

Come agisce il kinesio tape?

Sullo strato più esterno della pelle si trova l’85% dei nostri punti dolenti. Applicando il kinesio tape si crea una leggera tensione sullo strato superiore della pelle e si attiva il sistema analgesico. Con l’applicazione corretta del kinesio tape, i muscoli e le articolazioni vengono portati in posizioni di allungamento, tali da non costringere il nostro corpo, bensì favorirne la piena libertà di movimento Vengono stimolate la circolazione sanguigna e il flusso linfatico così come sollecitate le terminazioni nervose.

 

L’alleviamento del dolore avviene non appena il corpo torna ad assumere una posizione di riposo. Il tape solleva lievemente la pelle, in modo da creare spazio fra l’ipoderma e l’epidermide, dove si trovano numerosi ricettori del sistema nervoso e dei vasi sanguigni e linfatici. Viene stimolata la circolazione sanguigna. Questo lieve sollevamento nella maggior parte dei casi comporta un alleviamento immediato e talvolta addirittura la scomparsa totale del dolore. Il paziente riacquisisce mobilità e si ripristina la funzione muscolare originaria.

Taping nello sport di punta

Nello sport di punta il corpo delle atlete e degli atleti spesso viene spinto ai propri limiti, non solo durante le competizioni, ma talvolta anche in allenamento. Non di rado infatti capitano infortuni come strappi muscolari, stiramenti e contusioni; in questi casi il kinesio taping può rappresentare un buon rimedio. Il taping viene utilizzato spesso anche ai fini della stabilizzazione.

 

Mujinga Kambundji e Christian Stucki hanno fatto visita alla fisioterapista sportiva diplomata Karin Röthlisberger, presso lo «Sportcenter Thalmatt», per riceve preziosi consigli riguardanti il taping per la vita di tutti i giorni.

12 consigli importanti sul taping

  1. Volete applicare da soli il tape? Allora è necessario farsi spiegare da una o uno specialista come applicare il kinesio tape, poiché la tensione, le ondine che si formano sul nastro, chiamate «convolutions»,e la lunghezza del bendaggio variano a seconda del campo di applicazione.
  2. Utilizzare un tape di qualità elevata
  3. Applicare il tape solo su parti del corpo facilmente raggiungibili, altrimenti chiedere l’aiuto di un’altra persona.
  4. Non applicare mai il tape intorno al collo
  5. Prima di effettuare il bendaggio è opportuno pulire la parte del corpo interessata ed eventualmente depilarla, affinché il tape si attacchi e possa agire correttamente.
  6. Se il tape comprime o tira la pelle significa che è stato applicato facendo una pressione eccessiva. Se il tape provoca prurito può indicare una reazione allergica alla colla, pertanto va rimosso immediatamente.
  7. Una buona forbice può essere d’aiuto: è utile arrotondare gli angoli del tape con l’aiuto di una forbice, affinché aderisca meglio alla pelle e non si sfrangi.
  8. Staccare una parte della pellicola protettiva e rimuovere il resto man mano che si applica alla zona del corpo desiderata, affinché il tape non si appiccichi e le dita non vengano a contatto con il lato adesivo.
  9. L’inizio del tape (l’ancora) viene attaccato alla base del muscolo o dell’articolazione che non muove la zona dolorante. La fine del tape si trova così sul muscolo o sull’articolazione che muove la zona interessata dal dolore.
  10. Dopo l’applicazione del kinesio Tape è importante stenderlo più volte con la mano, poiché il calore generato dalla frizione e dal corpo aiutano il bendaggio ad aderire maggiormente.
  11. Il tape viene applicato con una tensione leggera al muscolo disteso, che va a intensificarsi sulla zona interessata dal dolore. Tuttavia ci sono delle eccezioni. In presenza di gonfiore o sulle zone dove la pelle è fina e sensibile il tape viene applicato senza tensione. 
  12. Per agevolare la rimozione del tape si possono utilizzare acqua calda, olio d’oliva, olio per neonati oppure del disinfettante.

Buono a sapersi:

Si sconsiglia l’uso del tape in presenza di ferite aperte, eczema, psoriasi, dermatite atopica, così come trombosi e vene varicose. Si consiglia di applicare il kinesio Tape per il trattamento dei disturbi / sintomi sopracitati solo dopo aver consultato il proprio medico curante o il / la terapista.

Istruzioni per il bendaggio della spalla e della nuca

 

A chi non è mai capitato? Dopo una lunga giornata di lavoro passata alla scrivania, si possono avvertire tensione o dolori alla spalla e alla nuca. Con il passare del tempo queste contratture si possono irrigidire, se non si corre ai ripari. In questi casi il kinesio tape può rappresentare un valido aiuto.

 

È molto più facile applicare il bendaggio alla spalla e alla nuca con l’aiuto di una seconda persona.

 

 

Passo n. 1: portare il mento verso il petto.

 

Passo n. 2: il tape viene applicato a sinistra e a destra lungo la spina dorsale. Il tape viene attaccato al margine superiore delle scapole e viene steso leggermente verso l’alto.

 

Consiglio: in caso di mal di testa si raccomanda di applicare i bendaggi fino all’attaccatura dei capelli.

 

Se oltre alla nuca si avvertono problemi anche alla spalla, si applicano due tape aggiuntivi.

 

 

Passo n. 3: piegare la testa verso destra e rivolgere lo sguardo verso il piede destro.

Passo n. 4: applicare l’inizio del tape (l’ancora) sulla clavicola sinistra e stenderlo senza creare tensione lungo il collo.

Passo n. 5: ripetere il procedimento sull’altro lato.

Iscriviti ora!

Informazioni su
Lea Ferrante

Mi piace occuparmi di argomenti attuali come i «superfood», l’alimentazione vegana, la meditazione e il benessere degli animali, un tema che mi sta molto a cuore. Dato che mi piace molto stare all’aria aperta e in mezzo alla natura, vado regolarmente in montagna e ogni volta sono sempre più affascinata e grata di poter vivere questa esperienza. Nel tempo libero mi piace cucinare per i miei amici e la mia famiglia, facendo loro scoprire le gioie delle mie pietanze vegane. Quando non sto ai fornelli o nella natura a fare foto, strimpello degli accordi alla chitarra e «infastidisco» i miei vicini con le mie doti canore.

Commenti Le regole del blog'