torna alla panoramica

Sani e salvi, senza danni

Una collaboratrice si assenta per malattia, ma continua a lavorare per la sua attività accessoria come lavoratrice indipendente. Quando il suo datore di lavoro lo scopre, il rapporto di fiducia si incrina inesorabilmente. Può licenziarla immediatamente?

Il datore di lavoro, che chiameremo Rossi, contatta immediatamente il servizio di consulenza legale telefonica della sua assicurazione di protezione giuridica Protekta. La giurista di JurLine gli spiega la situazione giuridica: per poter procedere a un licenziamento immediato, è necessario che vi siano seri motivi. Pertanto, deve reagire entro un massimo di tre giorni lavorativi. Qualora il licenziamento non fosse giustificato, dovrebbe però pagare il salario per la durata del termine di disdetta ordinario. Eventualmente, il datore di lavoro potrebbe anche essere chiamato a pagare fino a sei mesi di salario a titolo di risarcimento.

Lo specialista in diritto del lavoro si occupa del caso

La giurista di JurLine inoltra il caso a un esperto in diritto del lavoro di Protekta, che contatta immediatamente il signor Rossi. Insieme considerano la situazione di fatto e di diritto, valutano le prove e decidono di procedere al licenziamento immediato. Una settimana dopo, il datore di lavoro riceve la lettera di un avvocato, il quale ritiene ingiustificato il licenziamento immediato e avanza diverse richieste di risarcimento. Protekta prende in mano la corrispondenza con l’avvocato e respinge tutte le pretese.

Un’avvocata del posto rappresenta il datore di lavoro davanti all’autorità di conciliazione

L’avvocato presenta quindi una richiesta all’autorità di conciliazione, esigendo dal datore di lavoro un risarcimento di 20000 franchi. A causa del monopolio degli avvocati, gli avvocati e le avvocate delle assicurazioni di protezione giuridica non sono ammessi ai processi legali o dell’autorità di conciliazione. Protekta dà quindi a un’avvocata del posto, specializzata in diritto del lavoro, l’incarico di rappresentare il signor Rossi, facendosi carico dei costi esterni.

La controparte si rende conto che le sue argomentazioni non sono convincenti e accetta un confronto. Il risultato: il datore di lavoro deve versare all’ex collaboratrice 2000 franchi come quota della tredicesima. Il licenziamento immediato risulta valido e non comporta conseguenze svantaggiose per il datore di lavoro.

 

Maggiori informazioni sull’assicurazione di protezione giuridica in materia di contratti di lavoro.

Protezione giuridica in materia di diritto del lavoro e contrattuale

 

Le aziende che hanno stipulato con Visana la propria assicurazione d’indennità giornaliera per malattia possono tutelarsi ulteriormente con un’assicurazione di protezione giuridica. I vantaggi:

 

  • protezione in caso di controversie in materia di diritto del lavoro e contrattuale
  • consulenza giuridica telefonica gratuita (JurLine)
  • assistenza giuridica competente
  • copertura di eventuali spese giudiziarie e di patrocinio
  • nessuna franchigia e nessun periodo di attesa
  • libera scelta dell’avvocato previo accordo

Diteci cosa ne pensate.

Vi è piaciuto l’articolo?
Saremo lieti di leggere i vostri commenti.

'
Contatto