Georges Althaus / 22.04.2019

Ridurre le assenze sul posto di lavoro

Un forte raffreddore oppure un’influenza che mette ko: sono tanti i motivi per cui si è costretti ad assentarsi momentaneamente dal lavoro. Le malattie o gli infortuni sono eventi poco piacevoli per gli interessati. Tuttavia, anche sul lavoro questo comporta un forte sovraccarico.

Stando alle statistiche, un lavoratore su 20 è occupato solamente a sbrigare il lavoro del collega malato o infortunato. Le assenze generano un maggior carico di lavoro per tutto il team che, spesso, deve essere concluso negli stessi tempi. Non raramente ciò causa a sua volta assenze per lo stress e il sovraccarico. Lo stress, poi, può danneggiare l’atmosfera e il morale sul posto di lavoro. In pratica, si crea un circolo vizioso. Ma le assenze generano anche costi aggiuntivi per le aziende a cui si uniscono, nel peggiore dei casi, anche clienti scontenti, perché i tempi non sono stati rispettati. I problemi si sommano e l’organizzazione pianificata in dettaglio in precedenza va a rotoli. Nell’interesse di ogni azienda le assenze dovrebbero essere contenute.

Rimanere sani, ma come?

La responsabilità per la propria salute spetta di regola al lavoratore. Tuttavia, le aziende possono contribuire in gran parte offrendo loro un ambiente sano. Le assenze dovute a malattia spesso hanno varie cause fisiche e mentali che possono essere contrastate già sul posto di lavoro. Per contenere con successo le assenze occorrono anche dirigenti formati sul tema della salute e un’azienda che offra alternative di promozione della salute.

11 consigli per ridurre le assenze dovute a malattia sul posto di lavoro

  • Promuovere una gestione dei collaboratori incentrata sulla stima
  • Organizzare workshop rivolti ai dirigenti per sensibilizzare su assenze e salute
  • Spiegare ai collaboratori la loro responsabilità sulla propria salute e mostrare loro le possibilità
  • Formare i dirigenti su come svolgere i colloqui (ad esempio, prima e dopo le assenze)
  • Analizzare il numero e il tipo di assenze per reagire in modo più specifico e diminuirle
  • Offrire gratuitamente frutta e acqua
  • Mettere a disposizione offerte nell’ambito del fitness o dei massaggi all’interno dell’azienda oppure sconti per centri fitness esterni
  • Organizzare eventi sportivi interni all’azienda oppure escursioni
  • Offrire mense aziendali con alimentazione sana ed equilibrata
  • Introdurre sale relax per riposarsi
  • Svolgere colloqui con i collaboratori per sapere la loro situazione e il clima lavorativo generale

Collaboratori sani = azienda sana

Collaboratori sani e impegnati contribuiscono fortemente al successo aziendale. Che sia una piccola impresa artigiana o un’azienda con diverse migliaia di impiegati: la salute dei collaboratori dovrebbe essere sempre al centro dell’attenzione. Le assenze non si possono del tutto ridurre, tuttavia, un clima positivo sul lavoro, una cultura del dialogo aperta e sufficienti offerte di promozione della salute possono contribuire notevolmente al benessere dei collaboratori. In questo modo, non vengono solamente contenuti i costi aggiuntivi, ma grazie a collaboratori motivati e sani si mantiene a lungo termine il successo dell’azienda.

Informazioni su
Georges Althaus

Dopo essere rimasto a lungo nel mondo dell’arte sono giunto in quello dell’economia: progetti, elaborazione di mercato e comunicazione sono concetti che mi accompagnano, dal 2015 anche presso Visana nel settore Clienti aziendali. A questo credo davvero: dipende tutto dalle persone, non dalle istituzioni. E poi: numeri, natura e creatività non sono in contraddizione, ma si completano in modo ideale nella vita privata e nell’ambito lavorativo.

Commenti Le regole del blog'