«Le bici elettriche sono più veloci di quanto si pensa»

Bern, 2-mag-2013 Attualmente la bicicletta elettrica è molto in voga. Ma spesso gli utenti di e-bike e gli altri utenti della strada sottovalutano la velocità delle due ruote dotate di motore elettrico, con conseguente aumento del numero di incidenti. Per tale motivo l’assicuratore malattie Visana e l’Ufficio prevenzione infortuni (upi) hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione.

Secondo una stima di velosuisse, l’associazione svizzera dei fornitori di biciclette, in Svizzera esistono 4 milioni di biciclette, di cui 3 milioni sono effettivamente in circolazione. Annualmente vengono messe in circolazione poco meno di 350’000 biciclette nuove. Complessivamente le vendite sono però in lieve calo. Solo nel settore delle mountain bike e delle biciclette elettriche è stato registrato un incremento delle vendite. Delle quasi 53’000 biciclette elettriche vendute nel 2012 una bicicletta su quattro è una e-bike appartenente alla categoria delle due ruote veloci (pedalata assistita fino a 45 km/h). Un dato di fatto che inesorabilmente incide anche sul numero di incidenti.

Lesioni gravi a causa della bicicletta elettrica

Dai dati emerge che a causa della velocità elevata riscontrata negli incidenti con le e-bike, è aumentata anche la gravità delle lesioni rispetto agli incidenti con bicicletta tradizionale. Il problema vero e proprio non risiede però nella velocità delle due ruote, ma nel fatto che spesso gli utenti di e-bike come anche gli utenti della strada sottovalutano la velocità (più elevata), dichiara Daniel Boschung, responsabile di Thömus Bike Academy uno dei fornitori leader di corsi di guida sicura per e-bike. È pertanto necessario sensibilizzare gli e-biker sul tema della velocità.

Sensibilizzare gli utenti sul tema della velocità

Al fine di sensibilizzare gli utenti di e-bike sul tema della velocità, questa primavera l’assicuratore malattie Visana e l’upi hanno lanciato una nuova campagna di prevenzione infortuni. Durante i corsi di guida sicura, alcuni esperti in campo sensibilizzano i partecipanti sul tema della velocità delle due ruote elettriche, aiutano a migliorare le loro abilità di guida e forniscono importanti informazioni sull’uso quotidiano dell’e-bike. Il corso è molto utile per chi usa spesso la bici elettrica. Maggiori informazioni sono disponibili su www.visana.ch e www.thoemus.ch.

Il Gruppo Visana in breve

Il Gruppo Visana rientra tra le principali compagnie di assicurazioni malattie e infortuni in Svizzera. Esso offre l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) secondo la Legge sull’assicurazione malattie (LAMal), le assicurazioni complementari e di cose secondo la Legge sul contratto d’assicurazione (LCA) e le assicurazioni contro gli infortuni secondo la Legge sull’assicurazione contro gli infortuni (LAINF). Visana assicura clienti privati (singole persone e famiglie) e clienti aziendali (imprese, istituzioni e associazioni). Per questi ultimi offre le assicurazioni contro la perdita di salario e contro gli infortuni. Complessivamente il Gruppo Visana conta circa 827'000 clienti privati, di cui oltre 615'000 hanno stipulato l’assicurazione di base. A questi occorre aggiungere 13'000 clienti aziendali. Fra la sede centrale a Berna e le circa 100 agenzie il Gruppo Visana impiega circa 1300 collaboratori in tutta la Svizzera di cui due terzi sono donne. Il volume dei premi ammonta a oltre 3,3 miliardi di franchi.

David Müller

Responsabile Comunicazione aziendale Numero diretto: 031 357 93 31 Cellulare: 076 495 74 91